Edilizia scolastica e cultura della sostenibilità

Le scelte tecnologiche di un progetto sostenibile vanno affrontate fin dalle prime fasi dell'impostazione dell'intervento, per avere il controllo sull'esito finale anche a livello architettonico. Tali scelte riguardano la minimizzazione dell'impatto ambientale, la riduzione di emissioni di anidride carbonica, il benessere indoor e la fruizione agevole di spazi e servizi da parte degli utenti.
All'interno di un edificio scolastico prefabbricato le scelte dovrebbero inoltre facilitare le operazioni di manutenzione sulle strutture e sulle finiture, e ciò implica una particolare attenzione nella scelta di materiali e sistemi costruttivi. Ad esempio una delle condizioni fondamentali da assicurare nella progettazione di scuole per l'infanzia modulari è la creazione di spazi salubri realizzati con materiali non tossici, e microclimi confortevoli, in quanto esse saranno vissute per gran parte della giornata da piccoli utenti.
Nella valutazione dell'impatto delle aule scolastiche modulari sull'ambiente in riferimento all'intero ciclo di vita si considerano: la fase di estrazione delle materie prime, l'energia impiegata per il montaggio ed i residui prodotti, le fasi di manutenzione previste, le modalità di demolizione o di smontaggio, le modalità di smaltimento e recupero, le opzioni di riuso. Nella selezione si privilegia l'impiego di materiali riciclati o riciclabili, prodotti a Km 0, ovvero reperibili in zone limitrofe, e si considera l'embodied energy, ossia l'energia richiesta per la produzione fino al loro utilizzo, si evita l'utilizzo di materiali tossici che non emettono VOC, si preferiscono materiali provenienti da risorse rinnovabili.
Nella progettazione e realizzazione dei moduli scolastici prefabbricati Ecospace i vari aspetti relativi alla scelta di materiali e componenti, delle tecniche costruttive e delle metodologie di installazione sono rivolti ad assicurare il pieno soddisfacimento dei criteri di sostenibilità ambientale, riduzione dell'inquinamento e degli scarti di lavorazione, velocizzazione dei tempi di esecuzione, alti livelli prestazionali di strutture, involucri, ambienti interni.